Getta su di Lui tutte le tue preoccupazioni

Shares

Perché ci preoccupiamo, se abbiamo un Dio così grande?

 

Qualche tempo fa ho notato una macchia sul mio polpaccio destro. Inizialmente sembrava una grande lentiggine, ma col tempo era iniziata a cambiare. Stava crescendo in dimensioni, i bordi erano diventati più irregolari e rotondi e il colore non era più uniforme. Per mesi ho continuato a dirmi che avrei dovuto prendere un appuntamento con un dermatologo, ma come per molte altre cose nella vita, lontano dagli occhi, lontano dal cuore. Lo notavo di notte o sotto la doccia, ma continuavo a rimandare quella chiamata.

Mi ero convinta che fosse solo un neo perché ero troppo occupata con il lavoro o semplicemente non volevo pagare un costo elevato con il mio piano assicurativo.

Alla fine ho deciso di smettere di giocare con il destino e ho preso un appuntamento. Dopo il controllo, il mio dermatologo ha ritenuto che fosse molto probabilmente una macchia innocua e quindi niente di cui preoccuparsi. Ma per precauzione, l’ha rimossa e ha richiesto una biopsia. Mi disse che mi avrebbe chiamato in una settimana con i risultati.

Una settimana dopo ricevetti una chiamata da un numero che non conoscevo. Era l’ufficio del mio dermatologo con i risultati del mio test. Quando mi dissero che la mia macchia innocua era in realtà un melanoma, mi sentii come se un sasso si fosse improvvisamente incastrato nella bocca del mio stomaco, mandando in panico il mio cervello. Ho faticato a sentire il resto di ciò che la persona stava dicendo, ma sono riuscita a riprendermi abbastanza per sentirla dire che volevano che tornassi il più presto possibile per una procedura “Mohs”[1] per rimuovere il tessuto cancerogeno e testarlo per ulteriori esami. Ho preso un appuntamento per la mattina seguente e ho comunicato la notizia alla mia famiglia. Erano tutti scioccati quanto me. Sentire la parola “melanoma” è estremamente spaventoso.

 

Perché ci preoccupiamo?

Ho iniziato a fare ricerche sui termini “melanoma”, “tumore della pelle”, “procedura Mohs”, “stadi del cancro” e così via. Ho fatto ricerche su me stessa in un turbine di preoccupazione fino a quando ho dovuto fare un passo indietro e ricordare le parole della Bibbia che dicono: “E chi di voi può con la sua preoccupazione aggiungere un’ora sola alla durata della sua vita?” (Matteo 6:27). Sapevo di avere un Dio più grande del mio cancro.

La mattina seguente, di buon’ora, mi recai in ospedale per l’intervento chirurgico. Mi anestetizzarono, tolsero il tessuto cancerogeno e parte della pelle circostante, e lo mandarono al loro laboratorio per un’attenta analisi. Dopo un paio d’ore di attesa nervosa, mi richiamarono: mi dissero che avevano rimosso tutto il tumore, lasciando dei buoni margini chiari. Avrei avuto bisogno di controlli un paio di volte all’anno, ma per il resto ero in buona salute. Ero così felice di condividere la buona notizia con i miei amici e la mia famiglia, e tutti abbiamo lodato Dio.

1 Pietro 5:7 dice di gettare “su di lui ogni vostra preoccupazione, perché egli ha cura di voi”. Per fortuna questo melanoma era solo un piccolo spavento; ma il mio Dio era lì presente e ha guidato le mani del chirurgo per allontanarlo dal mio corpo.

Dio conosce i nostri bisogni, anche quando non riusciamo a vedere oltre le nostre paure immediate. Conosce le nostre preoccupazioni e ansie, e non desidera altro che essere lì per noi e prendersi cura di tutto ciò che ci preoccupa, se solo portiamo tutto ai suoi piedi.

 

 

Di Ashley Clark, scrive da Mobile, Alabama

Fonte: https://www.adventistreview.org/cast-all-your-cares

Traduzione: Tiziana Calà

 

[1] La chirurgia di Mohs è una procedura chirurgica sofisticata che consente di trattare i tumori della pelle. Durante l’operazione, sottoli strati di pelle contenente il cancro vengono progressivamente rimossi ed esaminati, fino a quando non rimane solo il tessuto libero di cancro. La tecnica di Mohs è anche conosciuta come “chirurgia micrografica di Mohs”.

Il sapone che aiuta a diffondere il Vangelo
Nuove nomine della Divisione Intereuropea

Avventista Magazine

La rivista ufficiale della Federazione Chiesa Avventista del Settimo Giorno della Svizzera romanda e del Ticino.

Laissez votre commentaire

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iscriviti

Iscriviti per ricevere notifiche nella tua e-mail

Iscrivendoti, accetti le nostre Norme sulla protezione dei dati.

E-MAGAZINE

ADVENTISTE MAGAZINE TV

Top