Come ridurre il rischio di diabete

Shares

Alcuni semplici cambiamenti nel proprio stile di vita possono fare una differenza significativa.

 

Il diabete è diventata la malattia cronica in più rapida crescita in Australia e Nuova Zelanda e sta diventando sempre più diffusa tra adolescenti e bambini. Quasi 1,2 milioni di australiani e oltre 240.000 neozelandesi sono stati diagnosticati con il diabete. Altri 500.000 australiani e circa 100.000 neozelandesi convivono con questa malattia, senza esserne però ancora a conoscenza.

Per fortuna ci sono alcuni semplici cambiamenti nel proprio stile di vita che è possibile apportare per ridurre il rischio di sviluppare il diabete, come raggiungere un buon peso forma e mantenerlo attivamente. Avere dei kg di troppo, soprattutto in età adulta, costituisce un importante fattore di rischio per il diabete.

 

Scegliere carboidrati a basso indice glicemico

I glucidi a basso indice glicemico aiutano a gestire il glucosio nel sangue, facendoti sentire pieno per più tempo, in modo da fare meno spuntini, avere meno voglie di cibo e migliorando anche con la concentrazione. Assumi carboidrati a basso indice glicemico come cereali integrali, fiochi di avena, pasta integrale, quinoa, grano saraceno e orzo.

 

Scegliere grassi sani

I grassi vegetali provenienti da prodotti integrali, come l’olio extravergine di oliva, frutta a guscio e semi non salati e avocado, aiutano a rallentare il rilascio di glucosio nel sangue, il che significa un miglior controllo di zucchero nel sangue. Questi alimenti aiutano anche a ridurre eventuali infiammazioni, che sono collegate a una serie di malattie croniche, tra cui il diabete.

 

Prediligere gli alimenti integrali

Ci sono sempre più prove che dimostrano che il modo migliore per prevenire, curare e persino contrastare il diabete è prediligendo una dieta vegetariana. Basando la propria dieta su una varietà di alimenti integrali, inclusi pane integrale e cereali, frutta verdura, frutta a guscio e semi, si avranno delle probabilità maggiori di ridurre il diabete. Provate a sostituire alcuni pasti a base di carne con proteine vegetali, come i legumi, che sono ricchi di fibre e aiutano a gestire i livelli di zucchero nel sangue. È ugualmente importante limitare gli alimenti trasformati che sono ad alto contenuto di grassi e di zucchero.

 

I tre tipi di diabete

Diabete di tipo 1. Si tratta di una malattia autoimmune dove il sistema immunitario del corpo distrugge le cellule produttrici di insulina nel pancreas. Ciò implica che non si arriva a produrre l’insulina, necessitando quindi di iniezioni giornaliere o di una pompa insulinica. La causa è sconosciuta e non è stata trovata alcuna cura.

Diabete di tipo 2. Si tratta di una malattia cronica legata allo stile di vita. È comune negli adulti che superano i 45 anni di età, anche se, con l’aumento dell’obesità infantile, viene sempre più spesso diagnosticato ai bambini sotto i 5 anni. È principalmente determinata dal peso corporeo e da cattive abitudini alimentari e di stili di vita.

Diabete gestazionale. Si tratta di un tipo di diabete che si può verificare durante la gravidanza e che normalmente sparisce al momento del parto, anche se in alcuni casi aumenta il rischio che la madre sviluppi in futuro il diabete di tipo 2. Il diabete gestazionale può essere gestito seguendo uno stile di vita sano, anche se per alcune mamme potrebbero rivelarsi necessarie le iniezioni di insulina.

 

Di Sanitarium Health Food Company

Fonte: https://bit.ly/2QYEG03

Traduzione: Tiziana Calà

Preghiera e azione per l’Albania colpita dal terremoto
Seminari-Video di formazione alla leadership dei ministeri femminili

Avventista Magazine

La rivista ufficiale della Federazione Chiesa Avventista del Settimo Giorno della Svizzera romanda e in Ticino.

Laissez votre commentaire

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iscriviti

Iscriviti per ricevere notifiche nella tua e-mail

Iscrivendoti, accetti le nostre Norme sulla protezione dei dati.

E-MAGAZINE

ADVENTISTE MAGAZINE TV

Top