Miracolo nella tundra

Shares

Una ricerca disperata e una risposta alla preghiera portano gloria a Dio in Alaska.

 

La notte di Capodanno, il telefono ha iniziato a squillare con insistenza. La chiamata riportava le peggiori notizie. Gli Smith* non erano tornati dal loro viaggio a Kotzebue, Alaska, Stati Uniti.

Edna e Jose, operatori della Arctic Mission Adventure (AMA), entrarono in azione. Come membri della squadra di ricerca e salvataggio di Selawik, sapevano che avrebbero lottato contro il tempo. Le temperature avrebbero continuato a scendere sotto lo zero nella tundra, e anche i più esperti guidatori di motoslitte avrebbero potuto ritrovarsi disorientati nella vasta landa desolata.

Durante l’inverno, gli abitanti del villaggio di Selawik percorrono spesso le 73 miglia (117 chilometri) fino a Kotzebue con le motoslitte, per rifornirsi di provviste o visitare famiglia e amici. Ma quella notte, gli Smith non sono tornati. La squadra di ricerca e salvataggio si è riunita per escogitare un piano per trovare la coppia scomparsa. Tre squadre composte da due persone sarebbero andate in motoslitta in diversi punti lungo il percorso conosciuto tra Selawik e Kotzebue. Prima che i gruppi partissero, Edna chiese di pregare tutti insieme. Pregò per la sicurezza delle squadre di salvataggio, per gli Smith e perché a Dio venisse data gloria.

Per tutta la notte, Edna pregò per le squadre in azione; ma queste tornarono senza successo. La ricerca stava diventando più difficile, man mano che il vento sferzava la neve che cadeva, diminuendo la visibilità e facendo scendere la temperatura ben al di sotto dello zero. Erano le 3:00 del mattino quando anche l’ultima squadra uscita tornò per riscaldarsi e riferire che non c’erano tracce della motoslitta della coppia.

Il cuore di Edna ebbe un balzo. “Caro Dio”, pregò con le lacrime agli occhi, “Tu sai dove si trova questa coppia. Ti prego, dirigi le nostre ricerche, per trovarli prima che sia troppo tardi”.

Improvvisamente, Edna si sentì spinta a rimandare una squadra al luogo originale, da dove la ricerca era iniziata. Raccontò al gruppo quello che sentiva e chiese a tutti di pregare ancora una volta, chiedendo a Dio di condurre la squadra alla coppia. Mentre si tenevano per mano in preghiera, Edna implorò nuovamente Dio di salvare la coppia perduta e di dirigere il viaggio della squadra di salvataggio. Dopo questo momento, la squadra di ricerca si avventurò fuori mentre il resto dei membri aspettava impaziente.

Un’ora dopo, gli Smith entrarono con i loro soccorritori! Si alzò un grido di gioia, mentre tutti iniziarono a parlare contemporaneamente. Infine, il caposquadra raccontò di essere tornato nel posto iniziale, dove avevano cercato ore prima, come Edna aveva indicato. Mentre attraversavano la zona, avevano improvvisamente avvistato gli Smith che strisciavano verso di loro. Avevano anche visto qualcosa dietro la coppia che non riuscivano a distinguere. Avvicinandosi, ciò che videro fece rizzare loro i capelli. Erano lupi. A ogni movimento della coppia, i lupi si avvicinavano, quasi alle loro calcagna. Aspettavano che la coppia si arrendesse e soccombesse al freddo.

Una volta a casa e riscaldati dal fuoco, gli Smith spiegarono che la loro motoslitta si era rotta mentre stavano tornando a Selawik, e l’unica cosa che potevano fare era cercare di raggiungere il villaggio a piedi. All’insaputa dei soccorritori, un branco di caribù aveva attraversato il sentiero della coppia, cancellando le loro tracce. La voce si diffuse rapidamente in tutto il villaggio, riportando come il Dio degli avventisti del settimo giorno aveva risposto alle preghiere di Edna e Jose. Con grande gioia per il miracolo avvenuto nella tundra, Dio venne glorificato in tutto il villaggio perché aveva risposto alla fedele preghiera degli operatori dell’AMA, conducendo la squadra alla coppia perduta.

 

*Per rispetto della privacy, i nomi sono stati cambiati.

 

 

Di Tandi Perkins, Arctic Mission Adventure, North American Division News

Fonte: https://www.adventistreview.org/miracle-on-the-tundra

Traduzione: Tiziana Calà

Più di una singola caratteristica
Scegliere la felicità

Avventista Magazine

La rivista ufficiale della Federazione Chiesa Avventista del Settimo Giorno della Svizzera romanda e del Ticino.

Laissez votre commentaire

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iscriviti

Iscriviti per ricevere notifiche nella tua e-mail

Iscrivendoti, accetti le nostre Norme sulla protezione dei dati.

E-MAGAZINE

ADVENTISTE MAGAZINE TV

Top