Come restare in salute a casa

Shares

Restare a casa non dovrebbe influire negativamente sulla vostra salute se seguite questo consiglio.

 

In questo periodo particolare di lontananza sociale, periodo in cui bisogna restare a casa, la domanda che molti si pongono è: “Come faccio a restare in salute?”

Dean e Ayesha Sherzai, co-direttori del programma di prevenzione Brain Health and Alzaihmer presso l’università di Loma Linda, dicono che non solo è possibile mantenere una buona salute, a 360°, ma che è anche importantissimo durante le pandemie come l’epidemia di COVID-19.

“Questi sono tempi stressanti”, dice Ayesha, “ma con i giusti strumenti, ci sono infinite opportunità per liberarsi dallo stress e ricostruire le proprie sane abitudini”. Ayesha aggiunge che, anche se non pensiamo di averne il controllo, durante i momenti di crisi, abbiamo il potere di mantenere la salute della nostra persona, sotto tutti i punti di vista.

I coniugi Sherzai hanno sviluppato il NEURO, un approccio incentrato sullo stile di vita per prevenire l’Alzheimer e migliorare la salute del cervello. Il programma completo consente alle persone di prendere il controllo della propria salute del cervello migliorando cinque aree di impatto: nutrizione, esercizio fisico, distensione, riposo e ottimizzazione.

Anche se può sembrare travolgente, affermano che il modo migliore per iniziare il loro piano è con la gestione dello stress o con il rilassamento. “Quando parliamo di NEURO, diciamo che tutto […] deve iniziare con la gestione delle emozioni, dei fattori di stress e della mentalità, perché se non c’è una buona gestione, non ci sarà nient’altro”, dice Dean.

Continuando a vivere questo periodo di isolamento domestico, i coniugi Sherzai ci presentano queste considerazioni.

 

Gestire lo stress a livello personale e come famiglia è fondamentale

I coniugi Sherzai dicono che la gestione dello stress inizia definendo prima la vostra situazione, definendo ciò che influisce sulla vostra situazione, e poi gestendola in maniera sistematica. Per esempio, se sei immunocompromesso, c’è qualcosa di più: devi considerare tutti gli elementi che lo influenzano. Ti stai stressando per aver accesso ai farmaci che ti servono? Ti stai stressando per avere il cibo giusto per la tua salute? Stai pensando al rischio che la tua famiglia ha di mettere la tua patologia ulteriormente a rischio? Una volta definiti i fattori di stress, potete concentrarvi sul prendere provvedimenti futuri.

Per prima cosa, date priorità e concentratevi sulle cose che hanno un impatto su di voi. A ogni aspetto stressante prioritario, lavorate per eliminarlo o reindirizzarlo. Nell’esempio di prima, di essere immunocompromessi, l’individuo può dare priorità all’accesso ai farmaci e al cibo e può eliminare quel fattore di stress reindirizzandolo e chiedendo l’aiuto dei membri della famiglia per raggiungere il risultato atteso. Se è preoccupato per l’impatto esterno sulla sua patologia, può far sì che il membro della famiglia mantenga le distanze sociali al momento della consegna del necessario, eliminando così questa preoccupazione.

Quindi, in caso di dubbio per la gestione dello stress, i passi da ricordare sono:

  • Definire
  • Dare le priorità
  • Ridurre/Reindirizzare
  • Eliminare

Dean aggiunge che, a causa dell’assenza di attività quotidiane durante questa pandemia, è facile per la mente esagerare piccoli problemi, arrabbiarsi e appropriarsi indebitamente dei fattori di stress esistenti.

“Se non si dispone di tutte queste strutture, si viene sopraffatti emotivamente in momenti come questo di stress eccessivo”, dichiara Dean. “La cosa più importante per i genitori, è che abbiano lo stress sotto controllo e che riescano a rapportarsi ai figli in modo positivo, perché sono situazioni stressanti come questa che determineranno il modo in cui i ragazzi gestiranno lo stress in futuro”.

 

Sono necessarie attività creative, di apprendimento e di socializzazione

Anche se stiamo praticando l’isolamento sociale e l’isolamento a casa, Dean dice che la cosa peggiore che possiamo fare a noi stessi è isolarci socialmente e intellettualmente. Quando lo facciamo, il cervello può regredire istantaneamente nel suo mondo di stress e ansia. “Grazie alla tecnologia, possiamo essere sia creativi che connessi, in cerca di supporto”, dice Dean. “L’arte e la connettività sono vitali per gestire lo stress nei momenti difficili”.

I coniugi Sherzai raccomandano alcune delle seguenti attività:

  • Creare un club del libro su Facebook e discutere virtualmente di un libro letto
  • Scrivere una canzone o imparare a suonare uno strumento, filmarsi e condividere il video su YouTube
  • Giocare a carte o a scacchi con gli amici usando giochi virtuali o FaceTime
  • Partecipare a una sessione di allenamento di gruppo online
  • Dipingere con i propri familiari e condividere il risultato sui social media
  • Seguire dei corsi online di materie che vi interessano.

 

Usare questo tempo per ricostruire abitudini di salute durature

Con la frenesia della vita quotidiana, spesso non abbiamo il tempo per fare esercizio fisico, cucinare cibi freschi e riposarci sufficientemente. I coniugi Sherzai dicono che questo è il momento di aumentare e migliorare la propria immunità e routine, per tutto. Quindi, cosa fare?

  • Attenersi a un programma di sonno dormendo esattamente otto ore, svegliandosi attivi e riposati al tempo stesso.
  • Assicurarsi di fare 150 minuti di esercizio fisico a settimana. Sia che siate fuori a prendere aria fresca con una camminata veloce in famiglia, sia che stiate provando un corso di kickboxing online, assicuratevi di dare priorità all’esercizio fisico.
  • Impegnarsi a muoversi ogni ora. Sì, questo significa che teoricamente si può stare in piedi e guardare la TV per potersi muovere, ma i coniugi Sherzai raccomandano di camminare, fare stretching e squat.
  • Cucinare in famiglia è un ottimo modo per legare e allo stesso tempo offre l’opportunità di capire i nostri rapporti con il cibo e di sensibilizzare il corpo su ciò di cui ha bisogno durante la quarantena e in altri momenti.

I coniugi Sherzai invitano le famiglie a tenersi aggiornate sul COVID-19 visitando il sito dei Centri per la prevenzione e il controllo delle malattie. Potete anche visitare questo sito per informazioni e consigli preventivi per mantenersi in salute, insieme alla vostra famiglia.

 

 

Di Cassandra Wagner, Loma Linda University Health News

Fonte: https://www.adventistreview.org/church-news/story14701-how-to-stay-healthy-at-home

Traduzione: Tiziana Calà

Chiesa in cenere sotto gli occhi dei membri
Soli, insieme

Avventista Magazine

La rivista ufficiale della Federazione Chiesa Avventista del Settimo Giorno della Svizzera romanda e del Ticino.

Laissez votre commentaire

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iscriviti

Iscriviti per ricevere notifiche nella tua e-mail

Iscrivendoti, accetti le nostre Norme sulla protezione dei dati.

E-MAGAZINE

ADVENTISTE MAGAZINE TV

Top