Chiamata a predicare

Shares

Sono nata nella regione centrale dell’isola di Bougainville, la seconda di sette figli in una devota famiglia cattolica. Crescendo, è stato a casa che ho scoperto per la prima volta l’esistenza di Dio. Sapere di un Dio che provvede e protegge era importante per me da bambina, perché avevo solo cinque anni quando scoppiò la guerra civile.

Le ragioni della guerra erano complicate. La nostra terra è sempre stata centrale per la nostra identità e sopravvivenza; così, quando furono scoperti dei depositi di rame e fu aperta una grande miniera a cielo aperto, le dispute sulla proprietà della terra e la distruzione sfociarono in una guerra su larga scala. In un periodo di nove anni, molte persone furono sfollate e quasi 20.000 persone morirono. La nostra famiglia è sopravvissuta, ma sono stati anni difficili, definiti da una costante ricerca di sicurezza e pace.

Durante la guerra, mio nonno ci faceva scuola a casa, ma quando la guerra finì, la prima scuola a riaprire nella nostra zona fu una scuola avventista. È stato lì che ho iniziato la mia educazione formale. Purtroppo, quando ho finito la scuola primaria, non c’era una scuola superiore avventista nella mia zona, così sono passata a una scuola pubblica. È stato difficile per me, poiché, per la prima volta nella mia vita, mi trovavo in un ambiente che non includeva la preghiera e le meditazioni, e le credenze e i valori cristiani non erano trasmessi o sostenuti. Le influenze secolari hanno avuto un impatto crescente su di me, e ho iniziato a comportarmi anch’io di conseguenza.

Tuttavia, la mia prima educazione nella scuola avventista aveva profondamente influenzato la mia fede, e il messaggio dei tre angeli risuonava nella mia mente. Cominciai a pensare di più a Dio e alla mia fede, così mi iscrissi al centro locale di vita cristiana; ero tuttavia turbata dal giorno in cui facevamo il culto, poiché alla scuola avventista avevo scoperto dell’osservanza del sabato.

Dopo aver finito la scuola superiore, speravo di frequentare la scuola infermieristica, ma i miei genitori non erano in grado di finanziare la mia istruzione; mi sentivo senza una direzione, scoraggiata nei confronti del mio futuro. Una sera, sentii una voce che chiamava il mio nome: “Jessica, il timore del Signore è il principio della scienza; gli stolti disprezzano la saggezza e l’istruzione”. Cercai il versetto nella mia Bibbia e lo trovai in Proverbi 1:7.

Quella notte feci un sogno sul messaggio dei tre angeli. Nel mio sogno, uno dei tre angeli mi diede una pergamena e mi invitò a predicare. Condivisi questa esperienza con i miei genitori, ma ero turbata. Non avevo mai pensato che Dio potesse volermi come missionaria, ma ero convinta che queste esperienze costituissero la sua chiamata nella mia vita. Poco dopo, ho partecipato a un incontro avventista dove il pastore Agnes Kola mi ha incoraggiato nella mia chiamata. Piano piano, mi resi conto che la carriera da infermiera che speravo di perseguire non era il piano di Dio per me.

Ho iniziato gli studi di teologia al Sonoma College, e dopo la laurea sono stata chiamata a servire a Bougainville. Da allora, ho servito come pastore di una chiesa locale e in ruoli amministrativi. Ora sono sposata con un uomo meraviglioso e devoto, John, che originariamente si era formato per diventare un prete, ma che si è convinto della fede avventista attraverso la nostra amicizia durata nove anni. Ci siamo sposati dopo il suo battesimo e oggi abbiamo una bellissima figlia. Mio marito serve con le sue capacità pratiche nel dipartimento di costruzione e manutenzione di Bougainville. Tutto il mio villaggio si è ora convertito alla fede avventista e siamo coinvolti con passione nella formazione di nuovi discepoli.

Guardandomi indietro, riconosco che, quando ho scelto Dio, egli ha reso tutto possibile per me. Se sei una donna che sta sperimentando una chiamata al ministero, spero che la mia storia ti ricordi che “nessuna parola di Dio rimarrà inefficace” (Luca 1:37).

 

 

Di Jessica Devau, direttrice dei Ministeri In favore dei Bambini, dei Ministeri Femminili, del Ministero della Preghiera nella zona di Bougainville (con Edyta Jankiewicz, SPD).

Fonte: https://record.adventistchurch.com/2021/11/29/called-to-preach/

Traduzione: Tiziana Calà

Un posto per noi
Da ascoltatore di podcast a membro di chiesa

Avventista Magazine

La rivista ufficiale della Federazione Chiesa Avventista del Settimo Giorno della Svizzera romanda e del Ticino.

Laissez votre commentaire

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iscriviti

Iscriviti per ricevere notifiche nella tua e-mail

Iscrivendoti, accetti le nostre Norme sulla protezione dei dati.

E-MAGAZINE

ADVENTISTE MAGAZINE TV

Top