In Danimarca è illegale licenziare insegnanti avventisti a motivo della loro osservanza del sabato

Shares

La richiesta di un professore di liceo, avventista, licenziato per aver rifiutato di partecipare a un evento “porte aperte” di sabato, è stata accolta dalla Danish Equal Treatment Board (commissione danese per la parità di trattamento).

La sentenza secondo cui la scuola stava violando la legge sulla parità di trattamento ha fatto notizia in diversi notiziari danesi, come l’Ankestyrelsen. Il principale quotidiano in materia di etica e di religione, “Kristeligt Dagblad”, ha pubblicato la storia in prima pagina.

L’insegnante avventista, specializzato in educazione fisica, era stato invitato a partecipare a un evento “porte aperte” per promuovere l’immagine della scuola. L’istituzione riteneva infatti di vitale importanza presentare il proprio diploma in educazione fisica. Essendo l’unico insegnante specializzato in questo campo, hanno scelto di richiederne la presenza nonostante fossero a conoscenza delle sue convinzioni religiose.

L’insegnante, di cui non viene riportato il nome per motivi legali, ha sottolineato che questo non era mai stato un problema in passato, visto che era sempre riuscito a trovare un supplente che potesse sostituirlo durante l’evento. In questa occasione, l’insegnante avventista aveva preparato una dettagliata descrizione scritta che il supplente avrebbe dovuto e potuto seguire, oltre ad aver anche istruito gli studenti dell’ultimo anno che avrebbero collaborato alla buona riuscita dell’evento.

La Chiesa Cristiana Avventista del Settimo Giorno in Danimarca ha seguito la vicenda e ha sostenuto l’insegnante durante tutto il processo. Alla scuola sono stati dati 14 giorni di tempo per pagare un risarcimento all’insegnante, altrimenti dovrà andare in tribunale.

“Sono sollevato che il caso sia stato archiviato a nostro vantaggio”, afferma Thomas Müller, presidente della Chiesa Cristiana Avventista del Settimo Giorno in Danimarca. “Questo verdetto sarà un incoraggiamento per gli altri membri di chiesa, un invito a rimanere fedeli alle loro convinzioni. Il sabato è un dono prezioso e una benedizione che dobbiamo sostenere e difendere”, ha aggiunto.

La Danimarca ha una lunga storia nell’ambito della libertà religiosa, ma ci sono state alcune incertezze, come per esempio il modo in cui le minoranze religiose vengono tutelate sul posto di lavoro. “Questo caso ha messo in chiaro che i datori di lavoro devono mettere in atto delle soluzioni ragionevoli in funzione delle credenze e delle pratiche religiose dei propri dipendenti”, ha dichiarato Lasse Bech, Direttore del Dipartimento degli Affari Pubblici e della Libertà Religiosa della Chiesa Avventista in Danimarca.

Bech osserva che molti luoghi di lavoro si promuovono come portatori di valori che accolgono la diversità religiosa ed etnica. Riconosce anche che nella maggior parte dei casi le istituzioni e le aziende sono guidate da una direzione professionale che cerca di trovare una soluzione pragmatica quando le esigenze del luogo di lavoro sono in conflitto con una questione di coscienza per uno dei propri lavoratori. “Alcuni datori di lavoro sono meno tolleranti, ma raramente qualcuno si trova a perdere il lavoro per questo motivo”, ha concluso.

Di tedNEWS

Fonte: https://ted.adventist.org/news/1410-firing-adventist-teacher-over-sabbath-observance-issue-deemed-illegal-in-denmark foto: Pixabay

Tradotto da Tiziana Calà

Omaggio a Sergio Catanzaro
In Colombia Adra offre assistenza a migliaia di migranti venezuelani

Laissez votre commentaire

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iscriviti

Iscriviti per ricevere notifiche nella tua e-mail

Iscrivendoti, accetti le nostre Norme sulla protezione dei dati.

E-MAGAZINE

ADVENTISTE MAGAZINE TV

Top