Il padre smise, la madre smise, ma David continuò a pregare

Shares

IN SPAGNA, LA RISPOSTA MIRACOLOSA DI DIO ALLA PREGHIERA DI UN RAGAZZINO HA SORPRESO PERFINO I SUOI GENITORI

David Lucas Dolete Druga, 10 anni, con suo padre, Laurentiu Stefan Druga, davanti alla scuola primaria del campus avventista di Sagunto, Spagna. (Andrew McChesney / Adventist Mission).

David Lucas Dolete Druga, nove anni, aveva molte domande.

“Da dove viene l’essere umano”, chiese al padre. “Perché siamo qui? Perché dici che Dio ci ha creato mentre la maestra mi ha detto che ci siamo evoluti dalle scimmie?”

Il padre aveva insegnato a David che era stato Dio a creare l’uomo; eppure nella scuola pubblica di Madrid, la capitale spagnola, veniva insegnato tutt’altro.

Il padre era contento quando la famiglia lasciò Madrid in modo che lui potesse studiare teologia per diventare pastore: avrebbe studiato all’università avventista di Sagunto, a 385 chilometri a est, vicino al Mar Mediterraneo. Nel campus di Sagunto c’era una scuola elementare dove David avrebbe potuto imparare la storia della creazione, così come viene raccontata dalla Bibbia.

Ma un mese prima dell’inizio dell’anno scolastico, il padre ricevette la notizia che non c’era posto per David nella classe di quarta elementare. C’erano già molti ragazzi in lista di attesa, David era solo al 13esimo posto della lista. 

“Preghiamo per questo”, disse il padre.

Durante il culto in famiglia, il padre, la madre e David pregarono insieme, chiedendo che a David fosse in qualche modo permesso di frequentare la scuola avventista. Pregarono ogni giorno per un mese, senza però ottenere un qualche cambiamento.

“Non abbiamo posto per David”, disse il preside della scuola. “Dovete iscriverlo altrove, ci dispiace”.

E così David venne iscritto alla scuola pubblica.

Ma la famiglia non si arrese. Durante il culto in famiglia, il padre, la madre e David continuarono a pregare che il ragazzo potesse frequentare la scuola avventista. Passò un mese, poi due.

La madre smise di pregare per questo argomento, così come il padre.

“Dio deve avere un piano per David nella scuola pubblica”, disse. “Forse David è chiamato a essere un buon testimone per i suoi compagni di classe”.

David, però, continuava a pregare. Ogni sera, ringraziava Dio per i suoi genitori, terminando la preghiera dicendo: “Dio, se vuoi che io vada alla scuola avventista, per favore, fammi dare un posto nella classe di quarta elementare”.

Il padre era preoccupato. Non voleva che David rimanesse deluso. 

“Non mettere fretta a Dio”, disse al ragazzo. “Non sempre Dio risponde come vorremmo”.

Ma David continuò a pregare. E così passò un altro mese.

Quattro mesi dopo l’inizio dell’anno scolastico, il padre ricevette una notizia inaspettata: un bambino di quarta elementare aveva lasciato la scuola avventista. Si precipitò nell’ufficio del preside per chiedere se David poteva unirsi alla classe.

“David sarà il benvenuto nella nostra scuola”, gli rispose il preside. “Ma non emozionarti prima del tempo. Devi ancora ottenere il permesso dall’ufficio scolastico della città per far trasferire David dalla scuola pubblica alla scuola avventista. In questo periodo dell’anno scolastico, è molto difficile ottenere questo permesso di trasferimento”.

Ma i genitori di David decisero comunque di provare, anche se non erano particolarmente fiduciosi. Eppure, quaranta minuti dopo, stringevano tra le mani il documento di trasferimento necessario.

Non potevano crederci: non appena uscirono dall’ufficio, si fermarono per pregare Dio e lodarlo.

“Che cos’è l’uomo perché tu te lo ricordi? Il figlio dell’uomo perché te ne prenda cura?”, disse il padre in preghiera, recitando il Salmo 8:4. “Ci hai concesso tutto questo nonostante la nostra poca fede. Ci hai dimostrato che sei potente, che puoi aiutare tutti, anche coloro che dimostrano di avere poca fede. Tu provvedi a tutto”.

David era a casa quando i suoi genitori rientrarono.

“Guarda qui”, gli disse il padre, sventolando il documento di trasferimento. “Ecco un’altra prova di quanto è potente Dio. Ecco come ha risposto alla tua preghiera”.

Il viso di David si illuminò con un sorriso, non riusciva a smettere di saltare in giro per casa.

“Vieni, preghiamo ancora. Rendiamo grazie a Dio”, disse il padre.

E così David chinò la testa e pregò.

“Grazie Gesù per aver ascoltato la mia preghiera. Aiutami a trarre beneficio da questa scuola”.

Finita la preghiera, si girò verso al padre e gli chiese: “Adesso vuoi giocare a calcio con me?”.

Di Andres McChesney

Fonte: https://news.eud.adventist.org/en/all-news/news/go/2019-02-11/father-stopped-mother-stopped-but-david-prayed/

Tradotto da Tiziana Calà

Salute mentale a rischio per chi mangia male
Dialogo tra avventisti: alla scoperta dei valori in comune e delle diverse convinzioni

Avventista Magazine

La rivista ufficiale della Federazione Chiesa Avventista del Settimo Giorno della Svizzera romanda e in Ticino.

Laissez votre commentaire

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iscriviti

Iscriviti per ricevere notifiche nella tua e-mail

Iscrivendoti, accetti le nostre Norme sulla protezione dei dati.

E-MAGAZINE

ADVENTISTE MAGAZINE TV

Top