Alcuni membri di chiesa hanno dormito per strada in favore dei senzatetto

Shares

l5 agosto, venti membri della chiesa avventista di Glenvale (Qld) hanno sfidato il freddo trascorrendo una notte in strada come parte dell’annuale progetto Homeless for a Night Sleep Out (letteralmente, Senzatetto per una notte).

L’evento a Toowoomba, gestito dall’organizzazione no-profit Base Services, puntava a raccogliere fondi per la Basement Soup Kitchen come parte della settimana nazionale dedicata ai senzatetto. Il ministero fornisce cibo, vestiti caldi e altri servizi per le persone che si trovano nel bisogno, oltre a possibilità di alloggio e accesso ai servizi sanitari.

Con oltre 400 persone che dormono per strada ogni notte, Casey Wolverton, il pastore della chiesa avventista di Glenvale, ha visto la necessità di agire. Si è spinto oltre l’iniziativa “Senzatetto per una notte”, trascorrendo l’intera settimana dormendo per strada, proprio come ha fatto l’organizzatore principale dell’evento.

“Abbiamo una delle chiese più grandi qui a Toowoomba… penso quindi che abbiamo il dovere di far fronte ad alcune di queste sfide sociali per capire cosa possiamo fare per trovare una soluzione”, ha affermato. “Come potevamo non prendere parte a questa iniziativa?”.

[Il pastore Wolverton (a sinistra) mentre trascorre la sua seconda notte per strada.]

La chiesa ha raccolto oltre 7600 dollari, anche grazie all’importante contributo dei membri più giovani. Il più piccolo, un bambino di 10 anni, ha raccolto quasi 400 dollari per la causa.

“[I giovani] l’hanno vista come un’opportunità per mettere in pratica la loro fede”, ha dichiarato Jacob Ugljesa, il pastore associato della comunità di Glenvale, che ha partecipato per la seconda volta a questa iniziativa.

“Se non prestano sufficientemente attenzione, le chiese rischiano di essere incentrate troppo su loro stesse… [e questo evento] ci spinge a uscire dal nostro guscio e andare a interagire con delle persone con difficoltà.

Grazie a questo progetto, sono stati raccolti oltre 100.000 dollari in favore della mensa dei poveri; inoltre, il pastore Wolverton vorrebbe aumentare il coinvolgimento della chiesa, arrivando ad avere per l’anno prossimo almeno 50 partecipanti, di cui una ventina sotto i 20 anni di età.

“Non c’è niente che abbia un impatto maggiore rispetto a un giovane che sperimenta un’esperienza come senzatetto”, ha detto. “Stiamo davvero cercando di coinvolgerne un numero sempre più grande”.

“Non vedo l’ora che arrivi l’anno prossimo!”.

Inoltre, i membri delle chiese avventiste di Glenvale e Toowoomba si offrono mensilmente come volontari alla mensa dei poveri, la Basement Soup Kitchen.

Di Jessica Krause

[Un certo numero di membri di chiesa è andato a offrire incoraggiamento e cibo a coloro che dormono per strada.]

Fonte: https://record.adventistchurch.com/2019/08/15/church-members-sleep-out-for-homelessness/

Traduzione: Tiziana Calà

Adra Germania per il salvataggio dei migranti nel Mediterraneo
Incendi in Sicilia. Tre famiglie rimaste senza casa a Monreale

Laissez votre commentaire

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iscriviti

Iscriviti per ricevere notifiche nella tua e-mail

Iscrivendoti, accetti le nostre Norme sulla protezione dei dati.

E-MAGAZINE

ADVENTISTE MAGAZINE TV

Top