9 fatti sulla seconda venuta di Gesù

Shares

L’aereo del capitano Scott O’Grady è stato abbattuto in Bosnia il 2 giugno 1995. Tirando la leva di espulsione, si paracadutò in territorio nemico. Per sei giorni, si nascose sotto i cespugli, mangiando insetti e bevendo acqua piovana. Per rendersi meno visibile, si ricoprì la faccia di fango. Più di una volta i soldati nemici passarono a pochi centimetri dal suo nascondiglio, senza però trovarlo mai.

Quello che O’Grady non sapeva, era che fin dall’inizio, si stavano facendo grandi sforzi per andare a salvarlo. Si chiedeva: “Lo sanno che sono vivo? Verranno a recuperarmi? Gliene importa qualcosa?”. E in tutto questo tempo, l’esercito degli Stati Uniti si stava mobilitando per andare a recuperarlo; c’erano 40 aerei in volo per localizzarlo; si stavano servendo anche dei satelliti e stavano anche ricevendo aiuto da altre nazioni. E O’Grady continuava a chiedersi: “Verranno a cercarmi?”.

Che ci crediate o meno, in un certo senso anche noi ci troviamo nella situazione di O’Grady adesso. Il nostro pianeta è stato rapito e noi ci ritroviamo a vivere in territorio nemico. Alcune persone arrivano addirittura a chiedersi se il Signore si è dimenticato di loro. L’esercito di Dio sta facendo degli sforzi per venirci a salvare. Lui sta arrivando, ritornerà presto!

Continuano a spuntare delle domande sul ritorno di Cristo da parte di cristiani interessati e preoccupati. Potrei condividere con voi molti fatti sulla seconda venuta di Cristo ma non c’è abbastanza spazio in questo articolo per racchiuderli tutti. Così risponderò alle 9 domande più comuni. Prestate particolare attenzione alle parole in corsivo di ogni testo biblico (il corsivo è stato aggiunto rispetto alle citazioni originali).

1. Qual è il motivo principale che spinge Gesù a ritornare?

Poco prima di lasciare questa terra, Gesù disse ai suoi discepoli: “Nella casa del Padre mio ci sono molte dimore” e “io vado a prepararvi un luogo” (Giovanni 14:2). Queste sono le parole che gli antichi Ebrei usavano per descrivere un matrimonio. Ai tempi della Bibbia, era consuetudine che l’uomo costruisse una camera per la prima notte di nozze nella casa del padre, prima di rivendicare la sua sposa. Così, in sostanza, Gesù sta dicendo ai suoi discepoli: “Nella casa del Padre mio ci sono molte camere per la prima notte”.

Pensate che dopo tutto quel lavoro, Gesù dimenticherà la Sua sposa, il Suo popolo? No, ovvio che no! Ecco perché ha detto: “Tornerò e vi accoglierò presso di me, affinché dove sono io, siate anche voi” (GV 14:3).

Uno sposo viene a prendere la sua sposa perché vuole stare con lei. Gesù sta tornando perché vuole stare con noi, con me e con te, e perché vuole che noi stiamo con Lui. Non c’è miglior motivo di questo per ritornare!

2. Gesù tornerà da solo?

No. Gesù ha detto: “Quando il Figlio dell’uomo verrà nella sua gloria con tutti gli angeli, prenderà posto sul suo trono glorioso” (Matteo 25:31). Sai quanti angeli ci sono? L’apostolo Giovanni ha detto che ci sono “molti angeli” e “mille migliaia […], diecimila miriadi” (Apocalisse 5:11; Daniele 7:10). Non è una formula matematica ma ci suggerisce che ci sono miliardi di angeli in cielo. E tutti accompagneranno Gesù al Suo ritorno!

3. Ci saranno delle persone in vita sulla terra quando Gesù ritornerà?

Assolutamente sì! Gesù disse: “Allora apparirà nel cielo il segno del Figlio dell’uomo; e allora tutte le tribù della terra faranno cordoglio” (Matteo 24:30). E Giovanni ha detto: “Ecco, egli viene con le nuvole e ogni occhio lo vedrà” (Apocalisse 1:7).

4. Che cosa accadrà ai malvagi quando Gesù ritornerà?

Quando Gesù risuscitò, un angelo spostò la pietra che chiudeva la sua tomba. La Bibbia dice che la gloria di questo angelo ha fatto cadere in stato di shock, come morti, 100 tra i più coraggiosi soldati di Roma (Matteo 28:2-4). Ora pensate ai miliardi di angeli che torneranno con Gesù! L’apostolo Paolo dice che i malvagi saranno distrutti “con il soffio della sua bocca” (2 Tessalonicesi 2:8).

5. Che cosa accadrà ai morti durante il ritorno di Gesù?

Gesù ha detto che “l’ora viene in cui tutti quelli che sono nelle tombe udranno la sua voce e ne verranno fuori; quelli che hanno operato bene, in risurrezione di vita; quelli che hanno operato male, in risurrezione di giudizio” (Giovanni 5:28-29). Quindi ci saranno due risurrezioni. L’Apocalisse dice: “Beato e santo è colui che partecipa alla prima risurrezione”. Si tratta ovviamente della risurrezione di coloro che “hanno operato bene”. “Gli altri morti non tornarono in vita prima che i mille anni fossero trascorsi” (Apocalisse 20:6,5). Quindi coloro che hanno operato male saranno risuscitati solamente alla fine dei 1000 anni.

6. Che cosa succederà al ritorno di Gesù a coloro che “hanno operato bene”?

Parlando di quel giorno, l’apostolo Paolo ha detto che “tutti saremo trasformati”. E ha anche spiegato come: “Infatti bisogna che questo corruttibile rivesta incorruttibilità e che questo mortale rivesta immortalità” (1 Corinzi 15:51,53). In questa vita, ogni essere umano è destinato a morire. Ma al ritorno di Gesù, Lui darà al Suo popolo l’immortalità, affinché non muoia più!

In un altro testo biblico, Paolo ha detto che al ritorno di Cristo, Egli “trasformerà il corpo della nostra umiliazione rendendolo conforme al corpo della sua gloria” (Filippesi 3:21). Dopo la Sua risurrezione, Gesù aveva un corpo fisico (Luca 24:39-42; Giovanni 20:27) e così sarà anche per noi.

7. Cosa succederà dopo la trasformazione?

L’apostolo Paolo dice che “verremo rapiti […], sulle nuvole, a incontrare il Signore nell’aria; e così saremo sempre con il Signore” (1 Tessalonicesi 4:17).

Gesù ha detto ai Suoi discepoli che stava andando a preparare un luogo per loro, per poi promettere di ritornare: “e vi accoglierò presso di me, affinché dove sono io, siate anche voi” (Giovanni 14:3). Dove si trova Gesù adesso? In cielo, come sommo sacerdote (Ebrei 8:1-5). E ci porterà con sé in quelle dimore celesti che è andato a preparare.

8. Possiamo sapere quando tornerà Gesù?

Sì e no. Gesù ha detto: “Ma quanto a quel giorno e a quell’ora nessuno li sa” (Matteo 24:36). Ho sentito persone che cercavano di capire l’ora del ritorno di Gesù ma finora tutte le loro supposizioni si sono rivelate errate.

Però Gesù ci ha detto che possiamo capire quando mancherà poco al Suo ritorno: “Quando vedrete tutte queste cose, sappiate che egli è vicino, proprio alle porte” (Mt 24:33).

9. Come posso prepararmi per il ritorno di Gesù?

Quando Gesù ritornerà, dirà a un gruppo di persone: “Io non vi ho mai conosciuti; allontanatevi da me, malfattori!” (Matteo 7:23). Quindi la chiave per essere pronti al ritorno di Gesù è iniziare a conoscerlo come amico. E per conoscerlo allora, dobbiamo conoscerlo adesso. Dobbiamo leggere la Sua parola e parlare con Lui ogni giorno in preghiera. Dobbiamo pentirci dei nostri peccati e chiedergli il perdono. Suggerisco anche di trascorrere del tempo in chiesa, ogni settimana, con gli altri membri della comunità. Questi sono alcuni modi in cui possiamo prepararci a incontrare Gesù, quando ritornerà!

Photo Credit: thinkstock

PUBBLICATO NELLA RIVISTA SIGNS OF THE TIMES.

Di Doug Bachelor

Fonte: https://www.hopechannel.com/au/read/9-facts-about-jesus-second-coming

Tradotto da Tiziana Calà

Terremoto e tsunami in Indonesia. Adra Italia apre una raccolta fondi
L’importanza della chiesa

Avventista Magazine

La rivista ufficiale della Federazione Chiesa Avventista del Settimo Giorno della Svizzera romanda e in Ticino.

Laissez votre commentaire

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iscriviti

Iscriviti per ricevere notifiche nella tua e-mail

Iscrivendoti, accetti le nostre Norme sulla protezione dei dati.

E-MAGAZINE

ADVENTISTE MAGAZINE TV

Top